Migranti

Di cosa parliamo, quando parliamo di migranti?

  di Dalila Giglio   Dobbiamo accoglierli. Dobbiamo respingerli. Dobbiamo aiutarli a casa loro. Dobbiamo dirottarli verso altri paesi europei. Non imparano la nostra lingua, non si sforzano d’integrarsi, anzi, c’impongono le loro tradizioni e la loro religione, non sanno dove stia di casa l’igiene; ci portano malattie che qua erano scomparse da anni, ghettizzano…

L'Italia è uno dei paesi più anziani del mondo

Fragilità di un Paese demograficamente sbilanciato

Fonte: La Voce   I dati dello squilibrio demografico L’Italia è un paese demograficamente sempre più sbilanciato. A indicarlo sono soprattutto due dati forniti dall’Istat. Il primo è il divario negativo crescente tra nascite e decessi. Nel corso del 2016 le persone che hanno iniziato sul suolo italiano la loro vita (i nati) sono state…

Il fischio d'inizio di Italia-Uruguay

Italia – Uruguay: una classica (di mezza estate)

di Giuseppe Lupoli   Mercoledì 7 Giugno si è giocata a Nizza la partita amichevole Italia-Uruguay, una “classica” del calcio internazionale, vista la tradizione e le vittorie, che anche la squadra sudamericana può vantare. La città di Garibaldi, che da sempre ha un forte legame con il nostro Paese, ospita per motivi di lavoro e…

Il numero di persone che non si nutre sufficientemente è aumentato del 57% negli ultimi 10 anni

Povertà alimentare in Italia: un ritratto della situazione

Fonte: l’Opinione Pubblica (di Ernesto Ferrante)   C’è chi paga 850 euro per ascoltare il discorso di Barack Obama a Seeds&Chips, la manifestazione in tema di innovazione e sostenibilità del cibo, e chi, oltre due milioni di famiglie, non può nemmeno mangiare in maniera dignitosa. Più di cinque milioni di persone, in Italia, sono in condizioni…

L'inglese sta diventando la lingua ufficiale in molte aziende globali

Come l’inglese sta diventando “lingua global”

  L’inglese sta diventando la lingua ufficiale in molte aziende globali Fonte originale: BBC News Traduzione di Andrea Noemi Delia    Quasi ad ogni incontro di lavoro alla quale partecipa Keiko Claassen si svolge in lingua inglese. La sua azienda ha sede in Italia e lei è olandese. Durante un incontro in cui lei era…

I "baby-ricchi": sintomi viventi del declino dell'Occidente.

Avere o non avere

di Giuseppe Lupoli   L’egoismo è, da sempre, insito nell’animo umano. Proprio su quest’aspetto si basa il capitalismo, che bene o male, va avanti proprio per questo: il desiderio di possedere ricchezza ed oggetti ad essa collegati fa sì che questo sistema rimanga in piedi, perché le persone puntano a lavorare ed impegnarsi in ciò…

millennials-2

Rapporto Censis: Italia sospesa, giovani disorientati

Il seguente articolo è tratto dal “Quotidiano.net”   Secondo il 50esimo rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese c’è pochissimo da stare allegri: l’Italia vive una “prolungata e infeconda sospensione, dove le manovre pensate in affannata successione non hanno portato i risultati attesi“. Per questo, sempre stando al Censis, è nata una “seconda era del sommerso” che…

Perchè lo smog continua a uccidere

di Margherita Fronte (www.focus.it)    In Europa, le polveri sottili che inquinano l’aria uccidono ogni anno 467.000 persone; 71.000 muoiono per il biossido di azoto e 17.000 per l’ozono. Sono i numeri contenuti nell’ultimo rapporto dell’Agenzia europea per l’ambiente, appena pubblicato. La conta dei morti non era mai stata così alta. E, nella classifica dei…

In foto: la nazionale sovietica nel 1982

Calciatori russi in Italia: tanti flop e pochi top

  di Giuseppe Lupoli   Molti calciatori stranieri sono passati nel campionato italiano fino ad oggi. Fin dalle origini, il nostro calcio è stato segnato dalla presenza di figure che, arrivando da oltre confine, hanno portato cambiamenti in questo sport. Come non pensare alle origini inglesi del club più antico della Penisola (il Genoa) od…

trolley

La fuga dall’Italia: una risposta, ma per quanto?

  di Dalila Giglio   Pronti, partenza…via! Germania, Francia, Gran Bretagna, Olanda, Spagna; ma anche Danimarca, Svezia, Stati Uniti, Canada, Australia. Sospinti da motivazioni professionali o economiche o familiari o demografiche (il massiccio spopolamento a cui sono soggette alcune zone del nostro paese, soprattutto nel Meridione), i giovani italiani partono, esattamente come facevano i loro…