Rottamato dalla sua arroganza

  di Dalila Giglio     “Chi troppo vuole, nulla stringe”: in fondo, la vicenda renziana si potrebbe riassumere in un arcinoto detto popolare. Nella vita, si sa, bisogna anche un po’ accontentarsi e non tanto perché “chi si accontenta gode”, quanto, piuttosto, perché a non contentarsi, a volte, si rischia di trovarsi con un…

Natale, festa del consumo

Il Natale: arriva la festa “capitalista” per eccellenza

  di Dalila Giglio   Campeggiano già da un paio di mesi sugli scaffali degli ipermercati a ricordarci, impietosi, che la bella stagione è ormai volta al termine e che il secondo evento che scandisce, annualmente, le nostre esistenze ordinarie è ormai temporalmente vicino: i panettoni e i pandori. Gli stessi ci precipitano improvvisamente -in…

Il capitalismo uccide l'amore

Il Mercato, predatore della nostra vita

di Dalila Giglio    Laddove c’era la politica ora c’è il Mercato. Quello con la m maiuscola, che a nessuno venga in mente di pensare alle bancherelle che smerciano frutta e verdura o che vendono abbigliamento a basso costo. Bisogna fare attenzione a quello che accade sul Mercato, assoggettarsi alle sue leggi, vedere di buon…

La deriva dei social network

  di Dalila Giglio    Ma come facevamo, prima? Come vivevamo quando gli altri non sapevano, 24 ore su 24, dove eravamo, con chi eravamo, cosa stavamo facendo, come la pensavamo in merito a una determinata questione, cosa ci piaceva e cosa no? Che senso aveva l’esistenza di ognuno di noi, quando la nostra vita…

trumptribuna

Il male minore

  di Dalila Giglio   “Yes, we can. Sì, abbiamo potuto, per ben due volte, eleggere un Presidente giovane e afroamericano e adesso, allo stesso modo, possiamo eleggerne uno anziano e straricco o uno donna e moglie di un uomo che è stato a sua volta Presidente. È l’America, bellezza, il paese del sogno, quello…

odiosocial

Quel senso di odio che si respira nel Web

    di Dalila Giglio   Insulti, provocazioni, sberleffi, intimidazioni: se non è vero che i social hanno dato diritto di parola agli imbecilli, lo stesso non si può dire per i livorosi. Facebook e Twitter sono divenuti, recentemente, dei veri e propri “contenitori di odio”, gli strumenti prediletti attraverso cui mettere alla gogna il…

bob-dylan-3

Il Nobel a Bob Dylan: una giusta anomalia

di Dalila Giglio   E dopo l’inaspettato Nobel per la Pace a Obama, ecco che arriva un Nobel ancora più inatteso: quello per la Letteratura a Bob Dylan. Che poi tanto insospettato non era, visto che da almeno una quindicina di anni il suo nome figurava tra quelli dei papabili vincitori. Forse, però, nessuno pensava…

trolley

La fuga dall’Italia: una risposta, ma per quanto?

  di Dalila Giglio   Pronti, partenza…via! Germania, Francia, Gran Bretagna, Olanda, Spagna; ma anche Danimarca, Svezia, Stati Uniti, Canada, Australia. Sospinti da motivazioni professionali o economiche o familiari o demografiche (il massiccio spopolamento a cui sono soggette alcune zone del nostro paese, soprattutto nel Meridione), i giovani italiani partono, esattamente come facevano i loro…

Renzi-Zagreblesky

Il 4 dicembre ci si gioca il futuro

di Dalila Giglio    Sì o no? Ammettetelo: quanti di voi, leggendo il precedente quesito, hanno pensato a un popolare brano cantato da Fiorello, un po’ di anni fa (che s’intitolava proprio così) o a una proposta di matrimonio o a un questionario, anziché all’imminente referendum costituzionale? La data è stata finalmente decisa -si vota…

eutanasia

Noi e il “fine vita”: il dilemma dell’eutanasia

  di Dalila Giglio   Memento mori: la morte è, purtroppo, la sola certezza che abbiamo nella vita, nonché l’unica cosa di fronte alla quale siamo tutti, volenti o nolenti, uguali. Il punto, dunque, non è morire, ma come perire, laddove il Tristo Mietitore non irrompa improvvisamente e violentemente nelle nostre vite -sotto forma di…