Bolt, dolorante, durante la sua ultima gara professionistica.

Bolt, il re che perde lo scettro

Bolt, dolorante, durante la sua ultima gara professionistica. di Dalila Giglio   Tutto finisce: anche se di cognome fai Bolt e sei il più grande velocista di tutti i tempi. Le cose finiscono, lo sapeva anche Bolt che, tuttavia, non immaginava, come d’altronde il resto del mondo, che potessero finire senza gloria, come invece è…

Barcellona e Venezia sono le città più colpite dal turismo di massa

2017: l’estate della ribellione contro il turismo

Fonte: La Repubblica    Turisti, una manna (economica) per tanti ma non per tutti. I residenti delle città europee prese d’assalto da orde in calzoncini e infradito questa estate si sono ribellati e hanno organizzato marce per protestare, mentre l’Organizzazione mondiale del Turismo (Untwo) invita le autorià locali a fare di più per gestire il…

Tutta la grinta di Daniele De Rossi

Capitan Presente!

  di Giuseppe Lupoli   Lo confesso fin da subito, ho sempre avuto un debole per Daniele De Rossi. Centrocampista completo, che sa attaccare e difendere con una tecnica veramente fuori dal comune, bravo al tiro, di testa, negli inserimenti nelle aree avversarie e che, con la sua grinta e determinazione, dà coraggio a tutta…

La crisi iniziata nel 2007 ha sconvolto l'Occidente

2007-2017: L’era della crisi

Fonte originale: La Stampa      Della grande crisi economica non sappiamo ancora se siamo fuori del tutto, oggi che si compiono 10 anni dal suo inizio. Non vale solo per l’Italia, che soffre il disastro principale della sua storia in tempo di pace. Tutti i Paesi avanzati temono di aver perso la ricetta di un…

siccita2

Il caldo che minaccia la nostra esistenza

di Dalila Giglio   “Antò, fa caldo!”, diceva la bella Luisa Ranieri al suo partner libidinoso un po’ di anni fa, in uno spot passato alla storia: una réclame profetica, alla luce di quanto avvenuto circa un ventennio dopo. Sapessi che caldo fa adesso, Antonio, altro che la calura degli anni ’90; un caldo torrido,…

Neymar, 25 anni, è ora il calciatore "più ricco" del mondo

Oltre ogni limite

di Giuseppe Lupoli   Cosa si può fare con cinquecento sessantadue milioni di Euro? Tanto per iniziare, si potrebbero acquistare un paio di “Nafea daa ipoipo” di Paul Gauguin, oppure due o tre residenze extralusso a Londra o per chi preferisce i motori, duecento otto Ferrari 458 Pininfarina Sergio, ancor meglio sarebbe poter aiutare qualche…

La Libia è precipitata nel caos dopo la cacciata di Gheddafi da parte degli occidentali

Il pasticcio della Libia, spiegato in poche parole

La Libia è precipitata nel caos dopo la cacciata di Gheddafi da parte degli occidentali di Giacomo Giglio   Uno dei temi che si ripresentano in continuazione nella nostra vita pubblica è quello delle “lezioni mancate”. Ad esempio: quante volte gli Stati Uniti, assieme ai loro alleati spesso riluttanti, hanno invaso Paesi stranieri, o hanno…

Il nostro sistema economico ci vuole sempre desideranti e "con pochi pensieri"

Perchè il capitalismo ci vuole infantili, capricciosi (e precari)

Fonte: Tempi  (di Diego Fusaro) La forma repressiva del capitalismo dialettico si è da tempo capovolta in quella permissiva del capitalismo assoluto: il suddito diventa consumatore la cui libertà si estende senza limiti fin dove si estende la sua capacità di acquisto. Alla morte di Dio segue, dunque, l’avvento non già dell’Oltreuomo profetizzato da Nietzsche, bensì…

Un trio spettacolare: Ronaldinho, Messi, Eto’o

Antagonisti “fighi”

di Giuseppe Lupoli   Il ruolo degli antagonisti è un po’ particolare. Ogni grande protagonista ne ha uno da affrontare e per quanto questo antagonista sia forte, determinato ed astuto ha scritto nel DNA del suo ruolo che, prima o poi, dovrà essere sconfitto. Basti pensare a tanti antagonisti famosi: Rockerduck per Paperon de Paperoni,…

Migranti

Di cosa parliamo, quando parliamo di migranti?

  di Dalila Giglio   Dobbiamo accoglierli. Dobbiamo respingerli. Dobbiamo aiutarli a casa loro. Dobbiamo dirottarli verso altri paesi europei. Non imparano la nostra lingua, non si sforzano d’integrarsi, anzi, c’impongono le loro tradizioni e la loro religione, non sanno dove stia di casa l’igiene; ci portano malattie che qua erano scomparse da anni, ghettizzano…