Vasco Rossi: si chiude la carriera di un “mito italiano”

 

Vasco Rossi è uno dei cantanti italiani più amati di tutti i tempi

Vasco Rossi è uno dei cantanti italiani più amati di tutti i tempi

Fonte: Corriere della Sera

 

La rockstar di Zocca si prepara a festeggiare il 1 luglio quarant’anni anni di successi con l’attesissimo concertone al Modena Park, ad applaudirlo arriveranno più di 213 mila fan, pronti, con la consueta carica emozionante, a intonare le hit del «Komandante». La lunga avventura del Blasco parte nell’ormai lontano 15 giugno 1977, quando con l’etichetta bolognese Borghetti Music, specializzata in liscio, pubblica il primo 45 giri Jenny/Silvia, mentre l’anno successivo esce il primo album «Ma cosa vuoi che sia una canzone». Da lì in poi Vasco non si è più fermato, passando dai primi concerti davanti a poche decine di persone a riempire palasport e stadi. Un successo che neanche lui osava immaginare: « Io volevo lasciare un segno nella musica italiana – racconta a Enzo Gentile nel 1987 – e quindi già due-tre anni fa potevo sentirmi soddisfatto. Adesso mi sento impegnato a tenere alta, con onore, la bandiera e penso di sapermi difendere. D’altronde di “Vita spericolata” ne viene una sola». E oggi, il suo popolo, che ormai sfiora le quattro generazioni, si prepara a invadere la cittadina emiliana e a celebrare il mito del “nostro” rocker nazionale

Vasco Rossi: si chiude la carriera di un “mito italiano”ultima modifica: 2017-07-01T20:07:22+00:00da giacomo-giglio
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento