Sotto il sole, contro lo zoo

Il 27 maggio scorso si è tenuta la manifestazione nazionale "No Zoo" a Torino.

Il 27 maggio scorso si è tenuta la manifestazione nazionale “No Zoo” a Torino.

di Giuseppe Lupoli

 

Sabato 27 Maggio, a Torino, al pomeriggio, nonostante un caldo veramente soffocante, moltissime persone si sono ritrovate davanti alla stazione Porta Susa, per manifestare contro l’apertura dello zoo al Parco Michelotti. Quello che è veramente sorprendente è la grande quantità di persone (anche se i giornali parlano di circa 300 persone) che ha voluto partecipare. Giovani, famiglie, anziani e tante persone con i loro cani hanno voluto gridare forte e chiaro, anche alla nuova amministrazione cittadina, che tanta gente di Torino e non solo (la manifestazione era nazionale) è contraria allo zoo e vuole che un parco pubblico rimanga pubblico e che tutti ne possano usufruire liberamente.

Uno spezzone del corteo

Uno spezzone del corteo

Perché in questo caso, si parla non solo dei diritti (sacrosanti) degli animali e di come non si debba lucrare sulla loro detenzione, ma si affronta anche il tema dei beni pubblici. In questi anni, sembra che solo privatizzare sia la strada giusta, privando le persone di ciò che dovrebbe essere di tutti. Basta, ad esempio, pensare ai tentativi continui, negli ultimi anni, di privatizzare l’acqua. C’è l’idea, da parte di tanti uomini di potere, che pochi debbano guadagnare su ciò che dovrebbe essere di tutti e che la stragrande maggioranza dei cittadini accetti questo sopruso.

Altro aspetto fondamentale è anche la scelta di ubicare lo zoo al Parco Michelotti dove già c’era, fino alla seconda metà degli anni Ottanta, il vecchio giardino zoologico della città che, dopo tante proteste, fu chiuso. Sembra quasi un atto di spregio per tutto ciò. Inoltre, questo parco, che dista a pochi passi dalla Gran Madre si affaccia su Corso Casale, una delle arterie più trafficate e rumorose della città di Torino. Alla faccia del benessere degli animali.

Il caldo, una volta tanto, non ha dato alla testa a nessuno, ma anzi ha fatto ragionare su questo tema tante persone che, alla fine, invece di fare una gita fuori porta o di andare a farsi un bel bagno in piscina, hanno optato per scendere in piazza per difendere i diritti degli animali ed, in fondo, anche i propri.

Sotto il sole, contro lo zooultima modifica: 2017-05-29T12:29:31+00:00da giacomo-giglio
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento