Viaggio nell’Indocina: parte 1

 

Angkor Wat è il sito turistico più famoso della Cambogia

Angkor Wat è il sito turistico più famoso della Cambogia (foto di Noemi Delia)

di Andrea Noemi Delia

Queste sono note autobiografiche tratte dal recente viaggio dell’autrice in Cambogia e Vietnam

 

 

Partiamo da Siem Reap, con i suoi tre templi: Angkor Wat, Ta Phrom e Bayon, definiti quinti nella lista delle meraviglie del mondo, intrinsechi di natura misti a storia e civiltà. Bellissimi siti archeologici, con pitture e sculture di guerra, protezione e benevolenza degli dei, visi enormi sulla pietra che ti osservano e sorridono. Piante rampicanti che sembrano voler dire alle costruzioni umane che comunque la natura è sovrana sempre.

Phnom Phen, la capitale cambigiana, con grattacieli dalla quale godere di vista mozzafiato grazie ai suoi 49 piani.

Caldo afoso, strade diroccate e persone senza nulla, ma sempre sorridenti, gioiosi e che donano sorrisi senza chiedere nulla in cambio. Il museo delle brutali uccisioni da parte degli Khmer Rossi, cambogiani con sete di potere che uccisero il loro stesso popolo. Cibo per strada, con insetti sopra, ma loro sono grati al loro Dio anche per questo poco che hanno. Ma anche ottima frutta, piatti tipici ed appetitosi, tranne per gli scorpioni .

Crociere sul Mekong, mercati galleggianti, baie e avventure in kayak o barche locali, per tutti i gusti questo paese vi soddisferà e piacerà molto. Per chi ha più tempo da dedicare a questo bellissimo paese consiglio anche la visita ai suoi numerosi parchi nazionali, tantissimi e con diverse e numerose specie di flora e fauna

 

Viaggio nell’Indocina: parte 1ultima modifica: 2017-04-08T12:46:23+00:00da giacomo-giglio
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento