Questione razziale: la violenza delle vere scimmie

Emmanuel

Pubblichiamo di seguito un pezzo di Piergiorgio Odifreddi, tratto dal suo blog.

 

La vicenda del nigeriano Emmanuel Chidi Nnamdi è emblematica: dopo aver perduto un figlio e la casa per una bomba di Boko Haram in Nigeria, ha perso la vita in Italia per mano di un ultrà del calcio, fascista e razzista, che aveva insultato la sua compagna chiamandola”scimmia”.

Ma mentre Boko Haram viene giustamente considerato come un’espressione della barbarie umana, gli ultrà del calcio sono al massimo considerati un fenomeno folcloristico, invece che terroristico. Quanto al fascismo e al razzismo, sono addirittura il progetto politico di partiti come Fratelli d’Italia e la Lega, che lungi dall’essere dichiarati fuorilegge e considerati branchi di scimmie politiche, sono forze parlamentari che per decenni sono state al governo.

Gli Stati Uniti, dal canto loro, in questi giorni hanno assistito alle ennesime esecuzioni capitali di neri inermi da parte di poliziotti bianchi, che incarnano ancora, nel terzo millennio, l’ideale del giustiziere del Far West. E qualche tempo fa hanno assistito all’ennesima strage del matto di turno, armato fino ai denti grazie alla libera vendita di armi, permessa in accordo con lo stesso ideale.

Gli Stati Uniti sono disposti ad andare dall’altra parte del mondo, a combattere guerre a un terrorismo spesso inesistente, come nel caso dell’Iraq di Saddam Hussein, al comando di avventurieri scimmieschi come il presidente Bush e il suo alleato inglese Tony Blair.

Ma mentre l’attentato dell’11 settembre 2001 ha provocato 3.000 morti, ed è stato comunque un caso isolato, la polizia statunitense ammazza impunemente un migliaio di propri cittadini all’anno (1.146 nel 2015), un terzo dei quali afroamericani: una percentuale pari a tre volte quella dei cittadini di colore, che hanno una probabilità tre volte maggiore dei bianchi di morire per mano di sedicenti “tutori della legge”.

Riempire i giornali e i telegiornali di notizie su Boko Haram e il terrorismo è sicuramente cosa buona e giusta, ma sarebbe ancora meglio preoccuparsi dei. nostri veri problemi, che sono il razzismo e il fascismo, e la loro connaturata e animalesca violenza.

Questione razziale: la violenza delle vere scimmieultima modifica: 2016-07-08T20:46:27+00:00da giacomo-giglio
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento